• Il sistema di Loyalty per il Retail che accelera sulla trasformazione digitale nel mondo post-Covid
    Giovedì, 15 Ottobre 2020 13:45

    Ripensare alla relazione con i propri clienti e cercare di acquisirne la piena fiducia è oggi forse al primo posto tra le priorità da perseguire per chi si occupa di Retail.

    SCARICA IL NOSTRO WHITE-PAPER: RETAIL E TECNOLOGIA 

    I consumatori che hanno dovuto repentinamente cambiare le proprie abitudini di vita hanno scoperto i vantaggi di possedere una carta fedeltà o di essere registrati a un sistema che oltre agli sconti e la raccolta punti può offrire una serie di servizi aggiuntivi e corsie preferenziali per il completamento dei propri acquisti.

    Alcuni clienti hanno preferito evitare le code e prendere un appuntamento preciso per andare a fare la spesa di persona in negozio, altri hanno utilizzato il ritiro click&drive, altri hanno optato per l’home delivery, alcuni hanno usato il sito di e-commerce, altri hanno scaricato un’app sul proprio cellulare.

    C’è sicuramente un elemento in comune tra tutte queste nuove modalità di fare la spesa ed è quello che fa la differenza in termini di gestione: il cliente non può essere anonimo, ma la sua anagrafica deve essere presente all’interno del sistema centrale del Retailer.

    I punti di contatto con il consumatore si moltiplicano, dentro e fuori il punto vendita e quello che rende fattibile ogni opportunità di relazione è la possibilità di centralizzare e creare quello che la Gartner definisce un ecosistema di commercio unificato.

    Se, come indica l’ultimo Rapporto Coop 2020, il 60% dei manager della GDO vuole investire sui canali digitali, è importante che si pensi prima a un sistema di gestione della base dati unico, capace di integrare le informazioni da tutti i canali online e offline per non precludere alcuna opportunità di contatto e garantire al tempo stesso un workflow fluido all’interno della propria organizzazione.

    Un sistema quindi unico, centralizzato, che abbia elevati standard di sicurezza e che, nel rispetto di tutti i principi di privacy, garantisca al retailer una vista unica su ciascun cliente e apra opportunità in termini di sviluppo della relazione.

    La fiducia è l’asset intangibile da raggiungere. Per ottenerla è necessario:

    • motivare l’utente con la promessa promozionale,
    • offrirgli servizi a valore aggiunto,
    • ascoltarlo e curarlo nella raccolta dei feedback,
    • avere coordinazione e coerenza su tutti i canali proposti. I percorsi di acquisto sono imprevedibili e ogni punto deve essere presidiato.
    Un ulteriore fattore fondamentale nell’ecosistema di commercio unificato è la possibilità di avere a propria disposizione non solo una vista unica su ciascun cliente, ma anche una vista ampia e chiara sull’andamento del proprio business: clienti, prodotti, negozi, canali promozionali e relazionali. Gli insight possono anche essere agganciati ad algoritmi predittivi e supportare i manager nelle scelte e strategie di marketing.

    Infine la flessibilità di un ecosistema unificato promuove e rende agibile il cambiamento.

    Le tecnologie si moltiplicano, i consumatori ridisegnano i propri stili di vita quotidianamente, il pianeta intero subisce shock e l’andamento del mercato è ormai soggetto a volatilità e imprevedibilità: noi consigliamo agilità per consolidare una infrastruttura flessibile, scalabile e pronta al cambiamento.

    SCARICA IL NOSTRO WHITE-PAPER: RETAIL E TECNOLOGIA  
  • Scala Enterprise 12.00 - Una release ricca di nuove funzionalità!
    Venerdì, 02 Ottobre 2020 15:12 Siamo lieti di annunciare la nuova release Scala Enterprise 12.00!
    Lo scorso 23 Settembre Scala ha lanciato l'ultima release della sua piattaforma per il digital signage: Scala Enterprise 12.00 che include aggiornamenti su cinque componenti chiave, attivazione del supporto completo per i media player Linux e altri 185 importanti miglioramenti di prodotto.

    Parte integrante di STRATACACHE, azienda statunitense specializzata in digital signage, digital innovation e tecnologie per il marketing, Scala fornisce gli strumenti per la creazione, la gestione e l’implementazione di coinvolgenti esperienze digitali in molteplici ambienti tra cui il retail, il quick service restaurant, le banche, i trasporti, il gaming, i media out-of-home e altri segmenti chiave che si interfacciano con le proprie audience tramite strumenti digitali.

    Queste le novità introdotte con la nuova release:

    • Linux Playback Engine per i processori X86 e ARM a supporto dei dispositivi basati su piattaforma ARM,
    • Supporto per Scala Designer Cloud, un nuovo avanzato tool web-based dedicato alla creazione e al design dei contenuti di digital signage,
    • Content Manager: aggiornata e migliorata la UI/UX, dalla consolle è stata attivata una vista rapida per il controllo dello stato dei dispositivi player,
    • Perfezionata la traduzione dell’interfaccia in tutte le 17 lingue supportate,
    • Diversi miglioramenti a livello di operazioni chiave come la generazione di piani, l’inventory e il supporto di scripting Python 3,
    • Anteprima di Scala Campaign Manager, un nuovo modulo che consentirà di monetizzare i network pubblicitari di digital signage,
    • Supporto completo per i nuovi tablet commerciali e digital-poster.

    "Scala nel tempo ha mantenuto e consolidato la sua posizione nel segmento del digital signage. L’adozione di Scala Enterprise 12 consentirà ai clienti di creare una nuova digital experience coinvolgente utilizzando, per veicolare i propri messaggi, anche i dispositivi ARM come i chioschi, i tablet e display da scaffale. Ciò apre a nuove opportunità per attrarre e coinvolgere in modo profondo e personalizzato il proprio pubblico", ha dichiarato Joe Sullivan, COO di Scala.

    Scala Enterprise 12 è già disponibile per i clienti che hanno già sottoscritto la manutenzione.