• header news

liftlearn3x4

22/02/2016 - ISE 2016 la nostra testimonianza. I trend più diffusi

La fiera Europea per l'Integrazione dei Sistemi ha dato quest'anno più spazio alle soluzioni di comunicazione digitale per il Retail. Globale è il nuovo “locale” e la dimestichezza del consumatore con le tecnologie più diffuse (tablet, smartphone) sta influenzando l’industria del DS. In sintesi i punti chiave della nostra esperienza olandese: 

- più connessione: i progetti di digital signage devono sempre essere connessi ai sistemi esistenti e ora il boom dell’omnicanalità sta accelerando questo trend. Le interfacce web XML-based, ormai uno standard, abilitano le connessioni ai sistemi di back-office del cliente, e agevolano le transazioni di soluzioni ePayment/eWallet e integrano l’RFID/Beacon per l’interattività con l’utente finale.
- i punti di visione sono tutti! L’ “embedded signage” è il settore a crescita più veloce. Cioè bilance, vending machines, etichette di scaffale, totem per i coupons, sistemi di pagamento, device per il self scanning, isole di self check-out, contafile – le informazioni possono essere dinamicamente proiettate su molti schermi dal più grande al più piccolo.
- il digital signage complementa i sistemi “business critical”: un progetto DS di successo è sempre guidato dal marketing con il supporto dell’IT e le informazioni dinamiche devono essere per la maggior parte gestite dalla piattaforma software di CRM (marketing). Gli scenari più avanzati usano anche ovviamente i dati delle casse e i dati di loyalty, le informazioni di magazzino per la disponibilità dei prodotti e i prezzi. Questo è essenziale per un ritorno positivo dell’investimento.
- Il DS in outsourcing: installare e gestire un network di DS non è per forza una funzione interna all’organizzazione. Sempre più spesso per motivi di CAPEX, i network di digital signage vengono dati in outsourcing o comunque gestiti dal marketing e dal retail in stretta collaborazione con un partner esterno.
- Il digital signage segue i processi comunicativi esistenti e non richiede un cambiamento radicale nella routine giornaliera. Prima di disegnare un nuovo concept digital signage è assolutamente necessario analizzare i bisogni di tutti gli interessati al progetto, definire flussi dei contenuti, e decidere quale dovrà essere il ruolo che il digital signage occuperà all’interno del “communication mix”.
Konvergence per sua stessa missione sta operando una integrazione fra il mondo dei processi del punto vendita e l’ultimo tassello delle piattaforme cloud-based del Digital signage, chiudendo il cerchio e abilitando il retailer ad una unica vista sul cliente finale.

oss b2c

28/01/2016: Convegno di presentazione dei risultati della Ricerca dell'Osservatorio Mobile B2c Strategy 

Mercoledì 3 Febbraio 2016, Ore 09.45 - 16.00
Aula Magna dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca, edificio U6, P.zza dell'Ateneo Nuovo n°1, 20126 - Milano

Questa sarà l'occasione per provare a rispondere alle seguenti domande:

  • Che ruolo può giocare il Mobile all'interno delle strategie di omnicanalità?
  • Il Mobile è una priorità di investimento per le aziende italiane?
  • Quanto vale il mercato del Mobile Advertising in Italia? Quali sono i principali driver di crescita e le tendenze in atto?
  • A che punto siamo in Italia nello sviluppo di iniziative di Mobile Couponing?
  • Come viene utilizzato lo Smartphone nel processo d'acquisto nei diversi settori (grocery, abbigliamento, utility, telco, ecc.)?
  • Quali sono le principali innovazioni provenienti dal mondo delle startup?

PER MAGGIORI INFORMAZIONI ED ISCRIVERTI, CLICCA QUI

TGCS-Plus1 23b-600px

18/01/2016 - Visita con Toshiba "The Big Show NRF 2016"

Visita lo stand Toshiba (booth #2563 Javits Center - New York City, NY) in un tour della durata di 20 minuti. Ogni ora, dalle 9.00 alle 16.00, potrai seguire le sessioni guidate!


Le sessioni interattive organizzate da Toshiba sono l'occasione giusta per scoprire, insieme ad esperti del settore, i trend della tecnologia utilizzata negli store e di come l'omnicanalità ed il mobile, unite alla tecnologia POS, stiano guidando sempre più le scelte e l'ingaggio dei consumatori. Inoltre durante il tour sarà possibile approfondire tutto il portafoglio di soluzioni retail di Toshiba.

Per saperne di più clicca qui!

Scala meet

18/01/2016 - Scala @ NRF 2016: Solutions on Display

Visita lo stand 909 di Scala al NRF 2016, Scala parlerà di come creare una shopping experience unica e coinvolgente! prima però scarica l'app "Scala Meet" (prova ad ordinare il caffè dall'app!).
Se inizierete il tour allo stand di Scala potrete vedere molteplici soluzioni:
Instore Re-targeter
Gli assistenti di vendita saranno dotati della live dashboar con il profilo dei clienti e lo storico degli acquisti, in questo modo potranno aggiornare i contenuti rilevanti, visualizzati sugli schermi, su ogni specifico cliente che è presente in quel preciso momento all'interno del negozio. Tutto ciò è possibile grazie alla tecnologia Beacon.
Camerini interattivi
Quando il cliente entra nel camerino, i tag RFID rileva i dettagli del prodotto (taglia e colore) e visualizza immagini accattivanti su un display. E se qualcosa non calza bene, o se il colore non è quello giusto, il cliente può usare lo schermo per richiedere agli assistenti di vendita un nuovo articolo.
Instassociate
Questo tool interattivo di assistenza alla vendita consente al cliente di usare un kiosk touchscreen powerizzato da Google Chromebox per richiedere assistenza in qualsiasi punto dello store. Il tool connette il consumatore con l'assistente alle vendite che istantaneamente riceve una notifica di richiesta di aiuto sul proprio device e il cliente visualizza la foto e il nome della persona che lo aiuterà, creando così una connessione personale!

Per scoprire tutte le soluzioni presentata da Scala al NRF clicca qui!

 iStock 000021111362Small

22/12/2015: Retail 2016 in otto mega trend!

Su FoodWeb è stato pubblicato da poco un interessante articolo "Il Retail del 2016 in otto mega- trend"!
A definirli è stato Phil Lempert che negli Stati Uniti è conosciuto come Supermarket Guru che da anni è tra le voci più autorevoli nel campo delle previsioni sui trend alimentari e del retail. Questi trend validi per gli Stati Uniti, sicuramente si adatteranno anche all'Europa. In sintesi i consumer saranno meno legati alle marche. Svilupperanno sempre di più le loro abilità culinarie e di conseguenza aumenterà la domanda per prodotti alimentari ricercati. I retailer punteranno allo sviluppo di store di piccole dimensioni focalizzandosi sulla cura del concept con un assortimento orientato ad attirare i millennials, che diventeranno sempre più numerosi, bisognerà tener conto delle loro particolari esigenze di questo target. L'ecommerce spinto da player importanti come Amazon ha aperto nuovi orizzonti: magari i supermercati tradizionali sperimenteranno le consegne dei prodotti freschi, così da restare competitivi.
Infine, i retailer investiranno per dotarsi di strumenti informatici in grado di fornire informazioni più precise ed affidabili ai lori clienti tramite le applicazioni mobili. Le soluzioni Konvergence sono perfettamente in linea con questi trend.

Leggi tutto l'articolo su Food Web!


Guarda il video di Phil Lempert!

Altri articoli...